Cerca nel sito

  • News

29/07/2019 - Entra in vigore la legge 55/2019 “Sblocca cantieri” (principali novità e indicazioni operative per i comuni in zona sismica 2)

Per gli interventi di "Minore rilevanza" e "Privi di rilevanza" nei riguardi della pubblica incolumità, di cui al comma 1 lettere b) e c), articolo 94 bis del D.P.R. 380/2001, che ricadono nei comuni in Zona Sismica 2 (Comune di Salò), è prevista la Comunicazione di deposito in sostituzione dell’Autorizzazione Sismica.
Per tali casi, in attesa dell'aggiornamento del procedimento Sismica sul portale regionale MUTA (con il quale il portale del Comune di Salò è interoperabile), è necessario seguire la seguente procedura:
1) Effettuare l'istanza di autorizzazione come di consueto sullo SUE accedendovi dal sito istituzionale del Comune di Salò e caricare la pratica sismica con i relativi allegati;
2) Prima di effettuare l’invio caricare, come allegato libero in aggiunta alla documentazione di progetto, la "DICHIARAZIONE DI ESCLUSIONE INTERVENTO STRUTTURALE DALLA PROCEDURA DI ISTANZA SISMICA" (modulo allegato) per consentire l’immediata identificazione come comunicazione di deposito.
N.B.: NON sono dovuti diritti di segreteria e marche da bollo per le comunicazioni di deposito.
Si Precisa che per la Lombardia dove non sussistono comuni con PGA di base su suolo rigido superiore a 0.20g, l’Autorizzazione Sismica è necessaria per tutte le opere relative ad interventi “Rilevanti” nei riguardi della pubblica incolumità di cui al punto 2 e 3 del comma 1 lettera a) dell’articolo 94 bis del D.P.R. 380/2001, più precisamente per gli interventi:
-di tipologia inusuale o richiedenti speciali calcolazioni (comma 1 lettera a2 art.94 bis),
-strategici o che assumono rilevanza in relazione alle conseguenze di un eventuale collasso (comma 1 lett.a3 art. 94 bis).
Per individuare gli interventi relativi ad edifici di interesse strategico e alle opere infrastrutturali (di cui al comma 1 lett.a3 - art. 94 bis), valgono gli elenchi tipologici vigenti ovvero la D.d.u.o. n. 7237 del 22/05/2019 di livello regionale e del DPCM 3685 del 21/10/2003.